Rubriche
Gli Eventi
Guida della Città
Le nostre produzioni
Gli Annunci
L'ECO DI...ACQUAVIVA

L'Eco...di Acquaviva

I fatti raccontati per le nostre strade, le piccole e grandi esigenze, la nostra ....

Entra
...................................................



CINENEWS24

Cine News 24

CineNews24 "HomeCinema" il nuovo programma dedicato al mondo della celluloide.

Entra
...................................................



LA VOCE DELL'AUXILIUM

La Voce dell'Auxilium

Non esistono persone normali e non, ma donne e uomini con punti di forza e ....
Entra
...................................................


Gioia del Colle archivio archivio archivio archivio

Chiesa di San Domenico: arte, carità e fede faranno da apripista al presepe di Vacca


L'arte e la carità sono il cibo per lo spirito, che la Confraternita del  SS. Rosario ha posto al centro della sua opera nel tempo d'Avvento 2020,  attraverso iniziative significative dal valore sociale e culturale.
"Siamo chiamati a sostenere chi è nel bisogno - spiega Francesco Tuseo-Ferrer, priore della Confraternita -  e per questo abbiamo attivato nella nostra rettoria l'iniziativa della colletta alimentare, affidando poi quanto raccolto  all'Emporio Solidale "Cana" che provvederà alla distribuzione a favore delle famiglie bisognose, individuate dal Centro di Ascolto cittadino".
Ma ormai da tempo la comunità di San Domenico ha assunto anche il compito di "scuotere l'anima dalla polvere che si accumula ogni giorno” per mezzo della promozione e diffusione di opere di arte sacra di indubbio valore, che riflettono la visione spirituale motore del loro agire. È in quest'alveo che trovano collocazione le produzioni del maestro Mario Vacca. La predilezione dallo scultore per i materiali faticosi da lavorare, come il legno d'ulivo e la pietra, sono espressione non solo della sua grande sensibilità artistica, ma anche della tenacia e dell'impegno di tutta la congregazione, che con grande gioia accoglie e custodisce le sue opere. D'altro canto la solidarietà, l'amicizia e la grande devozione di Vacca lo spingono ad adoperarsi costantemente in favore della piccola chiesa di San Domenico. Anche quest'anno, come ormai da tradizione, lo scultore gioiese ha ideato e realizzato un manufatto in silicalcite che racconta l'antica  storia del Bambino nato in una capanna di Betlemme: Gesù.
"Ho voluto sperimentare un materiale nuovo, l'ho trovato molto bello, un prodotto omogeneo e duttile che ho lavorato con taglierino e bisturi per poter dare valore alle espressioni dei personaggi", dichiara l’artista.
L'opera è un trittico montato in un'unica sequenza, realizzata con la tecnica dell'intaglio in un'originale disposizione delle figure, di cui si apprezza l'espressività e l'essenzialità. I soggetti sono colti in azione e la mancanza di descrizione degli ambienti non influisce sull'aderenza al tema dell'opera. La tavola centrale raffigura un gruppo di pastori adoranti preceduti dal bue e dall'asinello. Nella piastra di destra troviamo la grotta della Natività affiancata da un albero che emerge quasi in bassorilievo. Al centro della grotta giganteggia la Vergine Maria con in braccio il Bambino Gesù, alle sue spalle l'Arcangelo Gabriele, mentre San Giuseppe si mostra nel capo adagiato sul braccio di Maria con uno sguardo amorevole rivolto al Redentore. È presente anche una figura nuova, realistica ma non tramandata dalla tradizione, si tratta di un personaggio femminile in abiti da contadina, verosimilmente una levatrice. Infine la valva fissa di sinistra raffigura una folla di personaggi tutti volti verso la Sacra Famiglia tra cui si riconoscono chiaramente i tre Magi, dei quali solo uno si mostra a figura intera.
Raccontare un'opera d'arte non può in alcun modo sostituire l'esperienza di viverla di persona, per questo il priore della Confraternita invita tutta la cittadinanza a visitare la chiesa di San Domenico ricordando che " Il Presepe di Mario Vacca sarà presentato alla cittadinanza gioiese sabato 19 dicembre alle ore 19:00 e per tutto il periodo natalizio sarà esposto nella chiesa di San Domenico".  Presentazione che sarà aperta dai saluti del padre spirituale don Tonino Posa e dal presidente della Confraternita Francesco Tuseo-Ferrer, ai quali si aggiungeranno Dino Antonicelli, amministratore delegato del Centro Acciai Inox, l’autore dell’opera Mario Vacca e Pino Dentico, confratello della congrega del Rosario. A condurre la serata sarà il giornalista Francesco Deramo.
Gioia del Colle, 16/12/2020







   
 


linea
| copy | credits | privacy |
| HOME | MAPPA | CONTATTI | DOVE SIAMO | SEGNALA IL SITO | LAVORA CON NOI |
Copyright © 2014 ASSOCIAZIONE PROGETTO SPAZIO 2000. Tutti i diritti riservati.
Via Maria Scalera,66 - 70021 Acquaviva delle Fonti (Bari) - P.IVA 05553400721
Tel./ 080.76.15.40 - e-mail: info@telemajg.com
telemajg@libero.it