Rubriche
Gli Eventi
Guida della Cittŕ
Le nostre produzioni
Gli Annunci
L'ECO DI...ACQUAVIVA

L'Eco...di Acquaviva

I fatti raccontati per le nostre strade, le piccole e grandi esigenze, la nostra ....

Entra
...................................................



CINENEWS24

Cine News 24

CineNews24 "HomeCinema" il nuovo programma dedicato al mondo della celluloide.

Entra
...................................................



LA VOCE DELL'AUXILIUM

La Voce dell'Auxilium

Non esistono persone normali e non, ma donne e uomini con punti di forza e ....
Entra
...................................................


Gioia del Colle archivio archivio archivio archivio

Sic!ProgettAzioni Culturali organizza la rassegna “BRUCHI&FARFALLE”


La terza edizione del Festival TeatroLab 2.0 Chièdiscena, in programma dal 2 al 12 Maggio 2019 al Teatro Rossini di Gioia del Colle, è alle porte. Quest’anno avrà per tema la parola chiave “DIFFERENZE”.
Ciò che ci distingue ci rende unici e irripetibili, stimola la nostra curiosità, rende nuovo ogni giorno. Eppure, ancora oggi, le differenze dividono invece di arricchire. Il palcoscenico si farà terreno di confronto, domande, provocazioni attraverso la rassegna “BRUCHI E FARFALLE”: un percorso di avvicinamento al Festival in sei spettacoli per riflettere sulle differenze e declinarle secondo prospettive nuove.
Si parte giovedì 28 Marzo alle ore 21,00 con lo spettacolo Masculu e Fìammina della compagnia Scena Verticale, di e con Saverio La Ruina, straordinario attore vincitore di un Premio UBU e del Premio Hystrio per la Drammaturgia. Una riflessione sulla e oltre la differenza di genere, una confessione a cuore aperto di un figlio nei confronti di una madre che non c’è più. Lui la va a trovare al cimitero. Si racconta a lei, le confida con pacatezza di essere omosessuale, l’esistenza intima che viveva e che vive.
Si prosegue il 6 Aprile con il quartetto vocale pugliese delle Faraualla, reduci da una fortunata tournée teatrale che ha toccato i più importanti teatri italiani, con Sonia Bergamasco. Il loro concerto, Ogni male fore, è frutto di un originale percorso di sintesi tra l’affascinante territorio della medicina popolare pugliese, quasi sempre appannaggio di figure femminili cariche di mistero, e le espressioni vocali di diverse etnie e periodi storici differenti.
E ancora il 13 Aprile la compagnia Kuziba Teatro con lo spettacolo L’estranea di casa metterà in scena il momento in cui il diverso si fa prossimo ed entra nelle nostre case, vestendo i panni di una giovane insegnante rumena che si lascia alle spalle la propria terra per assicurare un futuro ai figli. Una donna, due vite: da un lato la Romania, dove qualcun altro si occupa dei suoi figli; dall'altra l'Italia, dove lei si prende cura degli anziani come badante
Il 24 Aprile, direttamente da Bolzano, avremo l’onore di ospitare eccezionalmente il Teatro La Ribalta - Accademia dell'arte della diversità, la compagnia di teatro-danza formata in gran parte da artisti con disabilità, esperienza unica in Italia premiata agli ultimi premi Ubu assieme al suo direttore, Antonio Viganò, come miglior Progetto Speciale per la qualità della ricerca artistica, creativa e politica in ambiti spesso marginali e con attenzione capillare alla diversità. Saranno in scena con lo spettacolo Ali: il racconto di un incontro tra un giovane uomo qualunque, un po’ disilluso e pessimista, e un individuo con due ferite rosse sulle spalle, un angelo caduto che ha voglia di soffrire e di amare come fanno tutti gli esseri umani.
E ancora durante il Festival gli ultimi due spettacoli: il 5 Maggio la compagnia milanese Eco di Fondo con Dedalo ed Icaro, prodotto dal Teatro Elfo Puccini di Milano con la drammaturgia di Tindaro Granata: un padre e un figlio bloccati, senza via di fuga, isolati dal resto del mondo, prendono vita sulla scena per raccontare il dramma dell’isolamento sociale in cui le famiglie e le persone autistiche sono rinchiuse. Dedalo costruisce le ali per il figlio, nella speranza di poterlo liberare, con l’unica arma che ha a disposizione: un amore incondizionato, sconfinato come il cielo dove padre e figlio aprono le ali per librarsi in volo.
Infine l’11 Maggio, per la prima volta, il Festoval TeatroLab 2.0 Chièdiscena si arricchiesce di una sezione internazionale ospitando la compagnia spagnola Melpomene Teatro con #CADENS (dal latino, "colui che cade"), spettacolo che, attraverso il dramma delle migrazioni, vuole riflettere sulla miseria della nostra società in cui la libertà non è più una garanzia.
21/03/2019








   
 


linea
| copy | credits | privacy |
| HOME | MAPPA | CONTATTI | DOVE SIAMO | SEGNALA IL SITO | LAVORA CON NOI |
Copyright © 2014 ASSOCIAZIONE PROGETTO SPAZIO 2000. Tutti i diritti riservati.
Via Maria Scalera,66 - 70021 Acquaviva delle Fonti (Bari) - P.IVA 05553400721
Tel./ 080.76.15.40 - e-mail: info@telemajg.com
telemajg@libero.it